advertisement

Miglior piumino d’oca per letto, quale scegliere

Monica

Se ne sente parlare maggiormente per quanto riguarda il vestiario di qualunque persona, ma il piumino non è solo qualcosa da indossare ma anche una parte importante del relax a letto. Ecco quale devi scegliere.

advertisement
Miglior piumino d’oca per letto, quale scegliere

Ogni estate, come sempre, finisce. E come ogni estate arriva sempre anche un altro autunno seguito da un altro inverno. Bisogna proteggersi in qualche modo dai freddi più o meno glaciali che il corpo farà percepire e per questo c’è uno strumento utilissimo, ovvero il piumino d’oca.

Di solito se ne sente parlare come capo di abbigliamento, che va bene appunto e soprattutto per le mezze stagioni, ma non mancano vere e proprie coperte che potranno darti un sollievo nei momenti più difficili delle stagioni fredde. Ecco dunque una guida per scegliere la migliore coperta invernale imbottita.

Come è fatto un piumino d’oca

Non è troppo difficile capire come sono fatti i piumini d’oca. La cosa fondamentale è che siano imbottiti appunto di piume d’oca, che possono essere più o meno calde in base alla tipologia di piuma e alla quantità di piume che vi è all’interno.

Logicamente, non è la cosa più etica del mondo e spesso si parla del trattamento ricevuto da questi piccoli animali ai quali capita di subire vere e proprie torture nella realizzazione di un comodo copriletto per noi umani. Sta di fatto che ancora il piumino si usa e magari quello che puoi fare tu per dare un piccolo sollievo a questi piccoli animali, è controllare sempre la casa di provenienza di ciò che compri e la modalità attraverso la quale le varie aziende sfruttano gli animali.

Inoltre in commercio ci sono sempre più alternative cruelty free che possono darti un sollievo nella scelta. Ovvio che un piumino d’oca c’è dappertutto, ma basta non farne anche un abuso. A livello tecnico, quando vuoi comprare un piumino d’oca, cerca sempre di guardare la qualità della trapuntatura perché potrebbe incidere in negativo sul mantenimento del calore se è stata fatta male o con poca precisione.

Le cose da sapere prima di comprare un piumino d’oca

Il piumino d’oca matrimoniale o in generale il piumino per qualunque altro letto, ha un grande valore, cioè quello di saper dare comfort e caldo ad una zona importante per la casa, che è quella del riposo. Oltre a mantenere costante la temperatura corporea, il piumino fa diminuire la percezione dell’umidità ed è ovviamente un termoregolatore.

Tanti sono i vantaggi che rendono migliore il piumino d’oca rispetto ad un materiale sintetico a qualche altra scelta del settore. Il piumino d’oca è infatti più leggero, più soffice, ma soprattutto per chi è soggetto ad allergie è un toccasana essendo antiacaro e anallergico, dunque praticamente tutto naturale.

La differenza tra penna, piuma e fiocco

Un’altra cosa importante da valutare prima di acquistare un piumino, è quella di capire la differenza tra piume e penne ma soprattutto la differenza tra fiocco e piuma. Il fiocco infatti è molto più pregiato perché proviene direttamente dal petto dell’animale ed è la parte che maggiormente fa tenere il corpo caldo. È un vero e proprio materiale isolante. Questo è il vero piumino d’oca.

La varietà invece che si basa sulle piume, è meno pregiata perché innanzitutto tiene meno caldo e poi la forma della piuma è ben diversa da quella del fiocco. Stai sempre attento al prodotto che ti capita per le mani perché non deve assolutamente essere un contraffatto, nel senso che può capitare che, anziché la piuma d’oca, venga utilizzata la piuma di qualche altro volatile, in particolar modo della gallina.

Le certificazioni del piumino d’oca

Per essere sicuro del prodotto che hai utilizzato, devi sempre far conto sulle certificazioni piumino d’oca perché sono il metro di paragone che ti farà capire se comprare l’uno o l’altro prodotto. “Nomite” è uno dei marchi più diffusi e garantisce che il piumino è anallergico.

Poi si ha oeko-tex che indica l’assenza di pericolo per la salute delle persone quando si fa uso di tale prodotto. Ed infine un altro marchio importante, soprattutto se hai a cuore la salute degli animali che in qualche modo stai sfruttando, è il Edfa, ovvero l’adesione all’associazione delle piume e degli articoli da letto, che permette di salvaguardare in qualche modo gli animali dai quali si traggono piume e piumini.

Come conservare il piumone d’oca

Dopo aver fatto uso dei piumini di piuma o di fiocco per tutta la stagione fredda, devi salvaguardare la loro natura proteggendoli e conservandoli nel migliore dei modi. Per conservare questi piumini infatti innanzitutto devi procedere ad un lavaggio degli stessi. Ti consigliamo di avvalerti per questa operazione di una lavanderia di fiducia perché potrebbe diventare un’operazione complicata.

In seguito, dopo un profondo lavaggio del tuo piumino, dovrai piegarlo per bene e soprattutto conservarlo in un pacchetto sottovuoto. In questo modo non avrà la possibilità di perdere qualità e soprattutto, cosa non scontata, potrà essere la giusta soluzione per non fargli occupare troppo spazio nell’armadio essendo un oggetto di dimensioni imponenti.

Le migliori marche di piumini d’oca

Per avere i migliori piumini da letto non hai che l’imbarazzo della scelta. Tantissime infatti sono le marche che propongono i propri prodotti con grande attenzione alla qualità e anche all’ambiente. Tra i migliori abbiamo sicuramente il Molina fatto di piuma d’oca siberiana, ma non mancano poi anche il Gabel nottetempo così come la linea Bassetti, che è sempre indice di grande qualità.

Fonte immagine: pixabay.com

advertisement